TechMobile per il mHealth di Chiesi Group

La diffusione di smartphone e tablet tra gli over 60 ha reso i device mobili estremamente utili in ambiti diversi dall’infotainment. La mHealth, per esempio, è tra i settori che già oggi trae enormi vantaggi da questa tendenza.

Grazie a device mobili e app professionali, il rapporto tra medico e paziente è profondamente mutato. Strutture sanitarie, pubbliche e private, e professionisti della salute oggi sfruttano app potenti e funzionali capaci di collezionare in tempo reale i dati dei propri pazienti, anche domiciliati, per monitorarli e per assisterli tempestivamente ottimizzando tempi, costi e attività.

La soluzione per il monitoraggio dello stato clinico della Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva ha permesso di ridurre del 70% le spese di gestione delle informazioni.

Chiesi Group con un fatturato consolidato di 1,4 miliardi di euro e 4500 dipendenti, è una delle prime 50 aziende farmaceutiche nel mondo e da tempo ha compreso l’importanza delle tecnologie mobile in ambito medico.

Specializzata nella cura e nel trattamento della sintomatologia nell’ambito respiratorio e primary care, nella neonatologia e nelle malattie rare, l’azienda individua la necessità di fornire a medici e operatori uno strumento di monitoraggio dello stato clinico della BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva), quarta causa di morte in Europa e negli Stati Uniti.

In particolare, Chiesi Group vuole mettere in condizione i pazienti affetti da BPCO con un’età media intorno ai 70 anni, di comunicare in modo semplice e veloce il proprio stato di salute quotidiano sottoforma di diario.

La soluzione

In collaborazione con Chiesi Group, TechMobile realizza una app-questionario che prevede 14 domande le cui risposte generano un punteggio di valutazione dello stato dei sintomi fisici e psicologici del BPCO nel paziente in osservazione.

La soluzione integrata proposta da TechMobile si compone di 2mila smartphone con tastiera fisica, nei quali sono inibite tutte le applicazioni e le funzioni smart al fine di semplificarne al massimo l’uso ed evitarne l’uso improprio.

La app-survey è l’unica funzionalità disponibile ai pazienti che rispondono a una domanda per schermata, con la possibilità di inserire commenti, generando il diario quotidiano del loro stato di salute.

Non è necessaria la presenza di una rete dati per l’invio dei risultati del questionario: è sufficiente che il terminale si trovi sotto copertura di rete mobile. I dati, inoltre, sono trasmessi in modalità criptata garantendo totale sicurezza e privacy. La app, inoltre, è gestibile da remoto dagli amministratori di Chiesi Group e nessun dato è memorizzato negli smartphone.

Una volta realizzato, il diario viene inviato automaticamente al datacenter di Chiesi e, nel caso di un punteggio particolarmente elevato indicatore di sintomi peggiorativi, si produce una mail di alert al medico e al paziente.
Il diario generato dalla app, infine, può essere esportato nei formati più comuni per ulteriori modalità di indagine e confronto.

I benefici

La soluzione è stata rilasciata in 19 paesi diversi a 2mila pazienti che hanno prodotto 7 questionari alla settimana, 50 settimane all’anno per un totale di 700mila diari.

Secondo le valutazioni di Chiesi Group, la soluzione implementata da TechMobile ha permesso una riduzione dei costi di raccolta dati del 70%, una riduzione delle spese relative alle visite del medico del 42% e un tasso di utilizzo corretto da parte dei pazienti del 94,24% rispetto alle aspettative.

“Se avessimo svolto in maniera tradizionale l’attività di monitoraggio realizzata con la soluzione TechMobile – afferma Andrea Chiesi, direttore R&D Portfolio Management di Chiesi Group – avremmo dovuto gestire manualmente 700mila report cartacei in un anno. Grazie alle possibilità offerte da app e tecnologie mobile, non solo abbiamo ridotto i costi di raccolta dati, ma abbiamo stabilito un contatto efficiente fra il medico e i suoi pazienti creando così un servizio di monitoraggio efficace dei pazienti stessi. Il modello di soluzione realizzato da TechMobile si presta facilmente all’applicazione in ogni tipo di sperimentazione farmaceutica”.